venerdì 3 giugno 2011

Battenberg cake ovvero "english tea time"!!!




Prima di presentarvi questa ricetta debbo fare una premessa.

Fino all'età di 10 anni sono stata una bimba che soffriva di "acetone" ed ahimé spesso passavo 2 giorni a dieta con tè al limone e fette biscottate!!

Per anni il tè per me è stato quindi sinonimo di "malattia", anche se ascoltavo estasiata i racconti della mia zia viennese sulla mitica Babington's tea room di Piazza di Spagna, dove una tazza di tè era sempre accompagnata da uno squisito dolcetto.
Proprio lì, davanti ad una tazza di tè e ad un dolce zia Carolina conobbe mio zio (il fratello più grande di mia madre, un palermitano alto quasi 1 metro e 90) che la fece innamorare, la sposò e la fece restare a Roma.

Passata l'adolescenza ho rivalutato questa bevanda, ma adoro accompagnarla con un dolce che fa molto "english style". D'altronde il tea time è una loro prerogativa!!!!

Da tempo volevo provare una tortina dai colori invitanti che ho visto spesso vicino ad una fumante tazza di tè sui siti inglesi.

Sto parlando della Battenberg cake, con la sua tipica scacchiera gialla e rosa rivestita da una candida sfoglia di marzapane, creata nel 1884 per il matrimonio del nipote della Regina Vittoria.

L'unica variante che io adotterò è quella di rivestirla in pasta di zucchero arricchita di essenza di mandorle.

Ingredienti:

175 gr di burro a temperatura ambiente
175 gr di zucchero a velo (io ho passato al mixer del normale zucchero semolato)
175 gr di farina 00
6 gr di lievito per dolci
3 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaino di aroma alla mandorla
30 ml di latte (1 - 2 cucchiai)
colorante alimentare rosso
75 gr di confettura di albicocche sciolta con poche gocce d'acqua
250 gr di marzapane (io l'ho sostituito con pasta di zucchero aromatizzata alla mandorla

Lavorare a pomata con le fruste il burro e lo zucchero.




Aggiungere le uova leggermente battute continuando ad usare le fruste.


Unire quindi all'impasto il latte, gli aromi e la farina setacciata con il lievito continuando a lavorarlo con le fruste fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.





Dividere l'impasto in 2 ciotole ed ad una metà aggiungere il colorante fino ad ottenere l'impasto rosa.



Non avendo la teglia a scomparti che vendono proprio per cuocere questa torta ho rivestito una teglia di alluminio usa e getta con della carta da forno piegandola al centro per formare un divisorio che impedisca ai due composti di mischiarsi.
Dopo aver fatto scaldare il forno a 180° ho cotto per 35-40 minuti posizionando la teglia a metà forno dentro una teglia più grande per evitare che il fondo si cuocia troppo.



Una volta raffreddata ho estratto le due basi, ritagliando da ognuna due quadrotti da 2,5 cm per lato.



Li ho uniti spennellandoli con la confettura di albicocche alternando i colori per formare la scacchiera.



Ho quindi tagliato le due estremità della scacchiera, spennellato tutti i lati di confettura e rivestito con la pasta di zucchero stesa in sfoglia non troppo sottile.
Ho impresso sulla sommità con un coltello seghettato un disegno effetto trapuntato e guarnito con delle perline di zucchero.




Non resta che far riposare la Battenberg in frigo per 1 ora e servire con una tazza di ottimo Earl Grey Tea .................e sentirsi una Principessa!!!! ;-)



Con questa ricetta partecipo alla raccolta dell'Abbecedario culinario europeo che per la Gran Bretagna è ospitato da Alex del blog "Food 4 thought" .



10 commenti:

Acquolina ha detto...

ti capisco, per me vale per la camomilla e il caffè d'orzo! lla torta è bellissima, così delicata e raffinata! baci!

Mariabianca ha detto...

Eccomi qui!!! Ma sei bravissima!!!!
Grazie e speriamo di non perderci di vista.

meris ha detto...

Ma che bella questa torta! Bravissima. Ma anche il gattino è bellissimo. Io, tempo un mesetto e me lo porto a casa un micetto tutto rosso. Non so ancora se maschio o femmina ma cosa importa!
Vieni a trovarmi a casa mia, c'è un contest sul cioccolato, ideato dal Maestro Cioccolataio Mirco Della Vecchia. Saremo felici se tu partecipassi.

LAURA ha detto...

Ciao, complimenti per la buona e raffinata torta, per l'elegante blog e soprattutto per la dolcissima Simba!!!
Mi sono unita ai tuoi sostenitori così continuo a seguirti.
Se ti fa piacere passa a trovarmi.
Buona giornata

sississima ha detto...

Bello e goloso! Con l'occasione mi sono unita ai tuoi lettori fissi! CIAO SILVIA

Anonimo ha detto...

Stupenda! Pubblicata identica anche su cookaround, sei bravissima! :)

I fornelli di Alice ha detto...

Molto elegante , brava ottima ricetta

alex di 'food 4 thought' ha detto...

Grazie cara per il tuo contributo. E per chiunque volessi unirsi a noi nel nostro viaggio in Inghilterra, questo è il link dove postare le ricette:
http://food4thght.com/2013/07/16/j-is-for-jacked-potatoes-e-vi-porto-con-me-in-uk/
Vi aspettiamo!

elena ha detto...

ma che bei quadrotti...dolce molto coreografico, ma anche buono! Complimenti un english time perfetto! un bacione da una ragazza molto matura che soffriva di acetone e si doveva saziare di brodini di carote.... e pensare che oggi lo curano con la Coca Cola
bacioni!

resy ha detto...

Cara Elena, quando ho saputo anch'io che lo curano con la Coca Cola volevo suicidarmi, anni passati a fare a meno di tante cose che amavo (prima fra tutte la cioccolata) quando sarebbe bastata questa bevanda tanto amata e tanto odiata a risolvere il problema!!!! Questo la dice lunga anche sulla mia età!!! Un bacione

Posta un commento